implantologia

Cos'è l'implantologia all on four?

All on Four è un traguardo eccezionale dell’implantologia dentale: dopo poche ore, chi è completamente privo di denti, può riavere una dentatura perfetta e definitiva. Se state pensando alle solite dentiere, sempre mobili e fastidiose, vi state sbagliando, perché stiamo parlando di denti che saranno fissi e vostri per sempre. Incredibile ma vero, due intere arcate possono essere radicate all’osso sotto le gengive durante una sola seduta, in sedazione locale. Il metodo è semplice ed efficace: si opera su quattro punti selezionati della gengiva in cui vengono inseriti dei piccoli pilastri a forma di vite. Il materiale impiegato, il titanio, è in grado di integrarsi all’osso in modo tale da divenirne parte. Per questo le arcate (di dodici denti ciascuna) sistemate sui perni risulteranno stabili. In pratica sarà come avere denti propri e anche l’effetto durante la masticazione dà questa sensazione. Il dentista valuta scrupolosamente la condizione del paziente prima di procedere, attraverso un questionario sulle condizioni di salute generale e radiografie panoramiche che esplorano il cavo orale in dettaglio. All on Four si serve di un sistema avanzato virtuale, tramite pc, che pianifica le fasi operatorie e le segue, semplificando tempi e modalità operative. Se la quantità ossea dovesse risultare insufficiente non è un problema, All on Four rappresenta la soluzione a ogni situazione di edentulismo totale. Purtroppo sempre più persone tra la popolazione anziana sono colpite da edentulia, con svantaggi a carico degli apparati digestivo (rinuncia ad alcuni alimenti essenziali, impossibilità di triturare il cibo), respiratorio, fonatorio (i suoni sono poco distinguibili). All on Four è l’unica metodica in grado di risolvere questo fastidioso stato e di donare nuovamente il sorriso. Il paziente dovrà solo avere l’accortezza di eseguire una pulizia attenta del cavo orale quotidianamente.

Letture consigliate:

trattamenti-endodonzia.it/endodonzia.html: Cos’è l’endodonto? Quando è necessario ricorrere all’endodonzia? Qual è il fine ultimo di una devitalizzazione ben riuscita? leggi l'articolo ....
impianti dentali

Impianti dentali

Gli impianti dentali sono strumenti ortodontici in grado di ripristinare le funzioni masticatorie compromesse da malattie quali l’edentulismo totale o parziale. Ogni impianto dentale necessità della presa di coscienza da parte del dentista del reale problema riscontrato, tramite accurate visite di controllo che precedono l’inizio dell’intervento vero e proprio. [continua]

filler

Filler

Nella società attuale l’apparenza è ogni giorno più importante. Un aspetto curato, giovanile ed attraente è un ottimo biglietto da visita sia che di mestiere si faccia gli attori sia che si lavori in un ufficio pubblico. Ed un bel sorriso predispone positivamente qualsiasi interlocutore. [continua]

Impianti a Carico Immediato
  • L'implantologia a carico immediato si occupa della sostituzione dei denti caduti (per ragioni di età avanzata, per l'azione degenerativa di qualche malattia o per un trauma ricevuto) attraverso l'applicazione all'interno del cavo orale di protesi. Quando si parla di implantologia a carico immediato, si parla di un metodo di attuare questa sostituzione, metodo tra i più innovativi di quelli dell'implantologia generale. Con l'implantologia a carico immediato si è potuta attuare una notevole riduzione dei tempi di intervento e cura. In passato infatti venivano utilizzati protocolli meno sicuri e veloci, come per esempio il carico differito (non in disuso ed ancora praticato laddove l'implantologia a carico immediato risulta impossibile per qualche ragione). Scoperte come quella del titanio per la fabbricazione degli impianti dentali ha decisamente contribuito allo sviluppo dell'implantologia a carico immediato, portandola ai livelli che oggi ha raggiunto. L'inserimento degli impianti all'interno delle ossa mascellari o mandibolari infatti, necessita di materiali in grado di legare in modo naturale con l'organismo: previa il verificarsi di fenomeni nocivi come quello del rigetto. Il titanio come materiale di fabbricazione degli impianti (che ricordiamo essere il punto di aggancio della futura protesi all'interno del cavo orale) è stata una scoperta fondamentale, viste le notevoli capacità biocompatibili ed osteointegrative di questo metallo. Prima il medico necessitava di un periodo di controllo variabile dai tre ai sei mesi dopo l'inserimento degli impianti nelle ossa, proprio per monitorare le condizioni generali di salute e il buon livello del legame tra impianto e organismo. Con l'uso del titanio il medico può inserire gli impianti ed applicare le protesi nell'arco di un unico intervento chirurgico.